Neri Cristiano - PEGASUS EDITION

 Pegasus Edition 

Vai ai contenuti

Menu principale:

I nostri autori


Cristiano Neri




Biografia







Cristiano Neri vive a Firenze. Ha partecipato al primo corso di formazione per clown-dottori ottenendo la qualifica di volontario del sorriso. Ha lavorato al libro elettronico sulla vita e le opere di don Lorenzo Milani in collaborazione con il Centro di Vicchio intitolato alla memoria del sacerdote e con i suoi ex allievi.
Insegnante di danceability ha creato e danzato con Marco Ubaldi "Un sogno che vive" e ideato i Crismadance, esibendosi in performance di danceability in tutta Italia.
Come attore ha fatto parte del cast del film "Sarà un paese" per la regia di Nicola Campiotti e del documentario "Clown in Kabul" per la regia di Stefano Moser. Volontario in India, in aiuto ai bambini di madre Teresa di Calcutta in collaborazione con l’associazione Casa del sorriso di Pisa e con Il filo di Borgo San Lorenzo è autore di "La favola di Cristiano" (2010).
Nel 2017 vince il Premio Letterario Internazionale Città di Cattolica.





Opere pubblicate con Pegasus Edition




Cristiano Neri

Un raggio di sole




La tradizione della poesia a carattere prevalentemente spirituale, come quella dell’autore - le cui liriche possono essere paragonate in tanti casi a vere e proprie preghiere -, ha una tradizione letteraria di altissima levatura. “Laudato sìì o mi Signore” andava predicando il fraticello di Assisi nel nostro Medio Evo, ignaro di comporre il primo capolavoro poetico in lingua italiana: Il Cantico delle Creature. E più indietro la Bibbia, anche letta in versione laica, offre nel Libro dei Salmi, una mirabile raccolta di scritti di una liricità assoluta ed eterna.
Le liriche di Cristiano si collocano in questa grande tradizione, rinnovata da un linguaggio più attuale, ma sempre essenziale e privo di inceppamenti, fluido nel suo incedere, illuminato ed illuminante. Come San Francesco, egli canta la sua gratitudine per la Vita, regalando agli altri la possibilità di ringraziarla essi stessi nell’atto della lettura:

dalla prefazione di Giusy Cafari Panico





Torna ai contenuti | Torna al menu